Cani terremotati e abbandonati aiutano malati cardiopatici

Cani terremotati. Il terremoto li ha duramente colpiti e messi alla prova, ma Lola e Jack sono comunque riusciti a trasformare la paura in aiuto verso gli altri: erano stati abbandonati dopo il sisma che ha colpito duramente il centro Italia, questi due cani dal carattere giocherellone e calmo, che adesso verranno “utilizzati” per salvare i pazienti che soffrono di problemi al cuore e di cardiopatie.

Cani terremotatiLui, Jack, un maschio di 5 anni, incrocio di setter, è un cane che non ama stare fermo, gli piace giocare e stare sempre in compagnia degli altri; lei, invece, di nome fa Lola, ha appena due anni ed è un “arlecchino”, dalle caratteristiche caratteriali specifiche per la pet therapy, un cane calmo e tranquillo, mai aggressivo. Adesso i due cani, inizialmente abbandonati nelle zone che hanno colpito il sisma, potranno ritornare a sorridere alla vita ed aiuteranno a fare lo stesso ai pazienti che avranno la fortuna di incrociare il loro cammino. Saranno adottati dai pazienti che soffrono di cardiopatie, i quali potranno approfittare di tutti gli aspetti positivi del carattere di questi animali: ovvero, il fatto di poter allungare e migliorare la vita grazie al sorriso ed ai momenti di spensieratezza che questi cani sono porti a portare nella vita dei pazienti.

Related Posts

Add Comment