Quali sono i Migliori broker per opzioni binarie?

Analisi Forex e opzioni binarieAlcuni lettori mi chiedono spesso se posso consigliare loro un broker per fare trading con le opzioni binarie. Purtroppo non posso dare una risposta secca, come fosse bianco o nero, perché in questa occasione esiste anche il grigio in tutte le sue sfumature. Adesso non sto parlando di colori, ero solo per fare un esempio, ma ciò che voglio dire è che al di là di alcuni parametri che è importante tenere in considerazione, la scelta è personale, io posso solo darvi qualche suggerimento, il resto dipende da voi.

E’ come se dovessi comprare un’auto nuova, potrei scegliere tra le marche tedesche che di solito sono sinonimo di affidabilità, ma di solito costano anche più della media. Se tu volessi trovare un buon compromesso tra affidabilità e prezzo, sicuramente il mio suggerimento non sarebbe per te un buon suggerimento, probabilmente dovresti indirizzarti verso altri produttori, magari ugualmente affidabili, ma con prezzi più abbordabili.

Potrei continuare dandoti dei consigli sul colore, ma anche in questo caso potremmo trovarci in disaccordo. Io personalmente preferirei un colore chiaro, possibilmente bianco, e questo perché il nero l’ho già avuto ed ho capito che in estate non è il massimo, si sporca dopo pochi secondi dal lavaggio ed attrae il calore che è una meraviglia.

Noi stiamo parlando di opzioni binarie, quindi rientriamo sul giusto binario. Ma allora non puoi darci neanche un consiglio? Certo che posso, ma come già spiegato dovete essere voi in grado di riuscire a comprendere quale sia quello che più fa al caso vostro. Io posso semplicemente dirvi che per scegliere un broker opzioni binarie avete bisogno di tenere in considerazioni alcuni elementi chiave:

La licenza, anche chiamata regolamentazione. Si tratta del primo elemento da tenere in considerazione. Mai scegliere piattaforme gestite da società irregolari, ancora peggio illegali, con sede in chissà quale posto della terra. Se volete svolgere la propria attività tranquillamente, affidatevi a broker con esperienza, solidi, conosciuti, con un certo trascorso alle spalle, e soprattutto che possiedano le autorizzazioni necessarie per offrire i servizi finanziari e di investimento ai loro clienti.

Spulciate per bene il loro sito e prendeteli in considerazione solamente se riportano tutti i dati societari, come la sede legale, ed il numero di registrazione e concessione della licenza, Questi sono dati importanti che obbligatoriamente ogni sito deve riportare. Se mancano, tenetevene alla larga. Se volete fare la prova del nove e verificare personalmente che una società sia in regola, vi basta visitare il sito della Consob e cercare informazioni sulla stessa direttamente. Se è in regola troverete tutte le informazioni e i servizi che sono in grado di offrire.

Scegliete tenendo conto non solo del deposito minimo, ma anche del prezzo minimo che è richiesto per aprire una posizione. Se ad esempio possedete poco denaro, potreste aprire un conto con 100€, ma ricordatevi che alcuni broker consentono di acquistare opzioni a partire da 10€, probabilmente una somma eccessiva per essere in grado di adottare una gestione del capitale di successo. Potreste invece destinare all’apertura del conto una somma superiore, ad esempio 200-250€ ed utilizzare un broker che vi consenta di acquistare opzioni binarie a partire da 5€, o anche di 1€.

Esistono tranquillamente di questi broker, state semplicemente attenti alla giusta proporzione che dovrebbe esserci tra deposito minimo e scommessa minima. Aprire un conto di 100€ è meno dispendioso che aprirne uno da 250€, ma se poi quello di 100€ ti consente operazioni di soli 10€ come minimo, mentre quello di 250€ offre la possibilità di impiegare anche un solo euro per volta, capite bene che forse sarebbe il caso di attendere ancora un po’ di tempo, quindi ritardare l’entrata nel settore ad altro momento successivo, quando ad esempio il vostro budget avrà raggiunto somme maggiori.

Related Posts

Add Comment